È scomparso Lello Surace, re della pizza napoletana

Lello Surace, titolare della storica Pizzeria Mattozzi, se n’è andato. Ma il suo retaggio resterà nel cuore di ogni amante della Vera Pizza Napoletana.

Solo l’anno scorso, Lello Surace celebrava l’ingresso dell’Arte del Pizzaiuolo Napoletano quale Patrimonio Unesco. Oggi, il titolare della celebre Pizzeria Mattozzi, tra le prime quattro pizzerie della città secondo gli annali della Marinara e della Margherita, non c’è più.
Vicepresidente e fondatore dell’Associazione Verace Pizza Napoletana, nonché pilastro delle Pizzerie Centenarie, Lello Surace era un maestro pizzaiolo di altri tempi. Uno di quelli da cui è possibile imparare qualcosa che va oltre la mera tecnica, un maestro del sentimento e della passione legata alla Vera Pizza Napoletana.

La sua storia è iniziata come tante altre: un padre intraprendente, Alfredo Surace, già direttore di sala della Pizzeria Mattozzi in via Marchese Campodisola da 1930, sceglie di acquistare nel 1959 la pizzeria di piazza Carità, coinvolgendo in questo nuovo progetto tutta la propria famiglia: la moglie, Concetta Perrone, e i due figli Franco e Lello.
Da allora, grazie a quei semplici valori di impegno e passione, Lello Surace ci lascia una grande eredità, raccolta felicemente dal figlio Paolo, campione di pizza acrobatica e da sempre al fianco del padre in questo lungo viaggio di passione per la qualità autentica.

Napoli oggi piange la perdita di una storica figura, che con grande volontà e amore ha contribuito al successo della pizza napoletana nel mondo.