Pomodoro e pizza

Pizza e pomodoro: il connubio perfetto

L’Italia e la sua cucina sono da sempre associate all’uso del pomodoro e, proprio in ambito alimentare, uno dei connubi più consolidati è sicuramente quello della pizza col pomodoro.

Com’è noto, infatti, anche se la pizza ben si presta a svariati abbinamenti, l’ingrediente quasi irrinunciabile è senza dubbio il pomodoro, col suo inconfondibile colore rosso.

Il binomio “pizza- pomodoro” nasce dal vantaggio gustativo dato dal sapore inconfondibile di quest’ultimo, il quale esalta il gusto di qualsiasi alimento che lo accompagna.

Non solo: oltre a deliziare il palato, il pomodoro è un vero e proprio toccasana per la nostra salute: costituito soprattutto da acqua, è ricco di fibre, sali minerali e vitamine che rafforzano il sistema immunitario e conferiscono al pomodoro un’azione antibatterica, antifungina, protettiva della vista, delle ossa e delle strutture cutanee.

Inoltre, grazie al licopene, responsabile del colore rosso tipico, il pomodoro è un antiossidante capace di neutralizzare i radicali liberi, e la sua presenza rende il pomodoro non soltanto protettivo contro l’invecchiamento cellulare, ma lo rende un alimento prezioso, il cui consumo riduce il rischio di cancro al colon, alla prostata ed alla vescica.

Proprio per l’utilizzo del pomodoro, la pizza è buona da mangiare ed un’alleata per la nostra salute, un alimento che non dovrebbe mai mancare sulle nostre tavole.

L’AVPN regola con attenzione l’utilizzo degli ingredienti nella realizzazione dell’autentica Pizza Napoletana. Nel caso del pomodoro, la sua provenienza deve essere preferibilmente campana. Inoltre, nella preparazione della Vera Pizza, il pomodoro pelato deve essere frantumato a mano, risultare non denso e con alcuni pezzetti di pelato ancora presenti, mentre il pomodoro fresco deve essere tagliato rigorosamente a spicchi.