Unesco: l’arte del pizzaiolo napoletano diventa patrimonio dell’umanità

L’arte dei pizzaiuoli napoletani Patrimonio dell’Umanità.
Dopo sette anni di negoziati internazionali e l’impegno dell’Associazione Verace Pizza Napoletana, finalmente il Comitato per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Unesco, riunito in sessione sull’isola di Jeju in Corea del Sud, ha valutato positivamente, e con voto unanime, la candidatura italiana, concedendo il riconoscimento storico e meritatissimo.
Si tratta del 58esimo bene tutelato in Italia, e ben il nono nella sola Campania, che con questo evento si è fregiata di una nuova importante vittoria nel rispetto di chi ha fatto del valore artigianale, della qualità e della professionalità il proprio mestiere.
“Il riconoscimento dell’Arte del pizzaiuolo napoletano nella prestigiosa Lista del Patrimonio immateriale dell’Unesco è la riaffermazione di una tradizione storica che per il nostro Paese rappresenta, da secoli, un vero elemento d’unione culturale.” – afferma Alfonso Pecoraro Scanio, promotore della World Petition #pizzaUnesco che ha sostenuto la candidatura italiana – “L’Arte del pizzaiuolo napoletano è un patrimonio di conoscenze artigianali uniche tramandato di padre in figlio, elemento identitario della cultura e del popolo partenopeo che ancora oggi opera in stretta continuità con la tradizione”.
È senza dubbio questo uno dei valori più importanti ad accompagnare il riconoscimento, cui si aggiunge una maggiore tutela per il prodotto Made In Italy nel mondo e soprattutto nnuova dignità per chi ha contribuito a rendere la vera pizza napoletana ciò che è oggi: un prodotto di qualità, popolare ma inimitabile, simbolo di cultura e di tradizione.

A Napoli, la notizia ha portato aria di festa e di condivisione… e quale modo migliore per festeggiare se non con una buona pizza?

No products found which match your selection.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *